stufe a metano

Stufe a metano: eleganti, economiche e pratiche

Stufe

Uno dei mezzi di riscaldamento che negli ultimi anni ha avuto una rapida diffusione sono sicuramente le stufe a metano. Si tratta, infatti, di una delle più moderne e interessanti tipologie di stufe presenti sul mercato, perché riescono ad offrire ottime prestazioni e al contempo a rispettare anche l’ambiente.

Possedere una stufa a metano, infatti, è molto utile per riscaldare le stanze più utilizzate della casa senza dover per forza azionare l’intero impianto di riscaldamento, ottenendo quindi anche un importante risparmio di spesa.

Caratteristiche delle stufe a metano

La caratteristica principale e più apprezzata delle stufe a metano è quella di sfruttare la tecnologia catalitica: quest’ultima, infatti, consente loro di riscaldare gli ambienti in cui vengono collocate senza necessità di doverle necessariamente collegare ad una canna fumaria.

Più nello specifico, il funzionamento delle stufe a metano avviene in modo molto simile a quello delle stufe a gas, ovverosia mediante tre mattoncini che propagano raggi infrarossi. A seconda delle proprie esigenze, è possibile regolare l’intensità del riscaldamento, scegliendo se accenderne uno soltanto o tutti e tre. Ogni mattoncino, infatti, possiede una potenza regolabile che va da un minimo di 1400 ad un massimo di 4000 watt.

Le stufe a metano hanno dimensioni poco ingombranti e sono molto leggere, e quindi possono essere posizionate ovunque si voglia. Una variante ancora più comoda delle stufe a metano sono quelle murali, che vengono agganciate ai muri mediante appositi sostegni, rendendole quindi ancora meno ingombranti delle stufe a metano tradizionali.

Vantaggi delle stufe a metano

L’acquisto di una stufa a metano presenta numerosi vantaggi, primo tra tutti la sua semplicità di installazione: questa stufa, infatti, non richiede alcun intervento tecnico, in quanto per poterla utilizzare basterà collegarla alla rete che distribuisce il gas mediante un tubo metallico. Inoltre non è nemmeno necessario possedere una canna fumaria, visto che la stufa a metano non possiede tubi di scarico, e quindi può essere posizionata dove si preferisce.

Le stufe a metano, inoltre, a differenza di quanto comunemente si pensa, sono sicure ed ecologiche. Esse, infatti, sfruttando la tecnologia catalitica, riescono a trasformare il monossido di carbonio prodotto dalla combustione in vapore acqueo e anidride carbonica, sostanze che si confondono subito con l’aria circostante senza inquinarla.

Infine, ultimo vantaggio delle stufe a metano, ma non per questo meno importante, è indubbiamente la loro economicità: il loro costo, infatti, oscilla tra i 100 euro per i modelli classici ed i 400 euro per le varianti più moderne e di design.

Svantaggi della stufa a metano

Nonostante gli indubbi vantaggi, prima di procedere all’acquisto bisogna tenere presente che le stufe a metano presentano anche delle controindicazioni.

Anzitutto, per funzionare queste stufe richiedono l’utilizzo di combustibili fossili, ovverosia di risorse non rinnovabili.

Inoltre, bisogna tenere presente che il catalizzatore che permette il loro funzionamento tende a deteriorarsi con il passare del tempo.

Infine, l’emissione di anidride carbonica contribuisce alla produzione di gas serra, provocando non solo l’aumento del riscaldamento ambientale ma rendendo anche necessario dover areare la stanza in cui è posizionata la stufa dopo un paio di ore di utilizzo.

Per questa ragione è sempre bene collocarle in ambienti grandi almeno 40 metri quadri, su una parete facilmente accessibile dall’esterno e vicino ad una presa d’aria.