News su Riscaldamento, Caminetti, Stufe, Barbecue

Camino a legna: tra tradizione e modernità

9

Uno dei complementi d’arredo più tradizionali ma al tempo stesso più apprezzati al giorno d’oggi è sicuramente il camino a legna. Oltre a fungere da impianto di riscaldamento, utile anche per integrare quello già esistente e funzionante a gas o metano, il caminetto a legna è diventato ormai un vero e proprio accessorio di stile. Installare un caminetto a legna nella propria casa, infatti, contribuisce a renderla, oltre che più calda, anche più bella, elegante ed accogliente.

Caratteristiche del camino a legna

Il camino a legna può essere costruito con vari materiali, anche se quelli oggi più diffusi sono realizzati con mattoni refrattari, murature, marmo, acciaio e ghisa.

La legna da ardere che funge da combustibile viene appoggiata su una griglia metallica posizionata al di sopra del basamento.

I fumi che vengono prodotti dalla combustione fuoriescono dalla cappa del camino (a sua volta collegata alla canna fumaria), e sono eliminati dall’interno della casa attraverso il comignolo.

La canna fumaria può a sua volta essere realizzata con vari materiali, in particolare mattoni refrattari e tubi di metallo.

Il focolare del camino a legna può essere sia aperto che chiuso mediante una porta di metallo oppure di vetro.

Vantaggi di un caminetto alimentato a legna

Il camino a legna è un eccellente mezzo di riscaldamento, perché è in grado di creare calore in maniera veloce, intensa ed uniforme, ed i suoi costi di gestione sono davvero contenuti.

Utilizzare un camino a legna contribuisce, inoltre, a salvaguardare l’ambiente: la legna, infatti, è una risorsa energetica rinnovabile e utilizzarla per riscaldarsi non comporta un aumento dell’effetto serra.

Altro grande vantaggio di possedere un camino a legna è la sua economicità: la legna, infatti, è un combustibile quasi a costo zero.

Il camino a legna, ed in particolare quello con il focolare aperto o chiuso con una porta di vetro, rappresenta un vero e proprio complemento estetico d’arredo.

L’installazione di un camino permette di creare un’atmosfera più calda e avvolgente nella stanza della casa in cui si trova, soprattutto se si sceglie un modello con rivestimento in muratura o porcellana.

Svantaggi del camino a legna

L’unico svantaggio che presenta il caminetto a legna sta nella necessità di provvedere periodicamente alla sua pulizia. In realtà, pulire un camino a legna è abbastanza facile e veloce, in quanto basta armarsi di scopa e paletta e rimuovere dal focolare eventuali residui di cenere e legna rimasti dalla combustione.

Ben più costosa è, invece, la manutenzione della canna fumaria, che deve essere effettuata almeno annualmente da personale specializzato: questa attività è assolutamente necessaria se si vuole evitare che i prodotti della combustione possano ostruire il camino, anche per evitare che si verifichino incendi.

Costo di un caminetto a legna

Il prezzo di un camino a legna varia a seconda di numerosi fattori, ed in particolare a seconda dei seguenti parametri:

  • materiale con cui è realizzato
  • tecnologia di combustione
  • rivestimento
  • caratteristiche estetiche

In generale, comunque, il costo di un caminetto a legna oscilla da un minimo di 800 – 1.000 euro per i modelli classici ad oltre 2.000 euro per quelli più sofisticati e realizzati su misura.

A tale costo andranno ovviamente aggiunte le spese per la sua installazione ad opera di tecnici specializzati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy