News su Riscaldamento, Caminetti, Stufe, Barbecue

Come diventare giardiniere e acquisire esperienza

3

Soprattutto negli ultimi anni, la professione di giardiniere è diventata sempre più in voga, a maggior ragione con la riscoperta di una maggiore sensibilità verso la natura e il nostro ecosistema. Sempre più giovani hanno voglia di mettere a frutto la passione che hanno verso il verde e ambiscono a una professione che gli permetta un contatto più stretto con la terra. Sicuramente, però, non si tratta di un mestiere semplice e senza difficoltà ma, anzi, di una vera e propria arte che richiede molto impegno e professionalità. Molti iniziano questa esperienza certamente difficile, ma dalle grandi soddisfazioni, a livello amatoriale e poi passano a lavorare sul serio sul campo e intraprendendo un percorso per formarsi e migliorare.

Che strada intraprendere per formarsi

Come capita spesso per tante altre professioni, diventare un giardiniere non prevede un unico percorso, ma diverse strade e possibilità. Oggi non è più possibile improvvisare, ma bisogna necessariamente ottenere una qualifica professionale, o comunque dimostrare di possedere una formazione adeguata o esperienza sul campo. È possibile cominciare il percorso come apprendista giardiniere presso professionisti dalla grande esperienza o partire da più lontano con una laurea in botanica, agraria, o studi attinenti. Diversi indirizzi di studio, infatti, forniscono le competenze adeguate per richiedere l’esonero dal corso di formazione professionale e chiedere così il rilascio di un attestato con valore di qualifica di Manutentore del verde. L’altra opzione è, invece, quella di scegliere di frequentare un percorso specifico professionale che sia in grado di dare tutte le basi principali per intraprendere una carriera strutturata. Ciò permetterà di evitare percorsi accademici troppo lunghi o impegnativi sotto vari punti di vista e passare velocemente alla pratica. In genere, un corso ben organizzato si compone di un buon numero di ore di teoria, durante le quali sarà possibile apprendere un’infarinatura delle materie basi più importanti e di un certo numero di ore di pratica. In questa fase è bene valutare corsi che diano la possibilità di essere affiancati dai professionisti del settore, così da poter acquisire maggiori competenze sul campo. Dopo un primo corso di formazione bisogna poi cercare di non fermarsi, ma di andare avanti ampliando quanto più possibile il proprio bagaglio culturale e seguire nuovi corsi di aggiornamento.

I consigli per raggiungere un buon livello di esperienza

Un ottimo modo per ampliare le proprie conoscenze è lavorare come dipendente presso un’azienda qualificata, oppure si può scegliere di iniziare come libero professionista. In quest’ultimo caso, sarà necessario investire molto su sé stessi, fare in modo di acquisire una solida preparazione e di avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per far fronte a molte situazioni nuove e spesso impreviste. Bisognerà, ad esempio, avere un tagliaerba, un decespugliatore o un tosasiepi, tutti strumenti che prevedono un costo iniziale che andrà a sommarsi. Un’altra opzione per i più avventurosi, è quella di partire alla volta del Regno Unito, dove sarà possibile usufruire di possibilità di formazione molto più ampie. Un modo per selezionare corsi formativi di ogni genere e grado, che vi permetteranno di innalzare il vostro livello a un gradino superiore.