News su Riscaldamento, Caminetti, Stufe, Barbecue

Coibentazione casa: l’isolamento passa anche dalla porta blindata

14

Quando pensiamo all’isolamento di casa pensiamo principalmente ai serramenti a taglio termico o alla coibentazione di pareti e tetti, ma ci dimentichiamo completamente di un punto della casa che in realtà può disperdere molto calore ovvero la porta di ingresso, e nello specifico la porta blindata. A differenza di qualche anno fa, quando la porta blindata era concepita solamente come porta di sicurezza, oggi invece i portoncini blindati hanno un occhio di riguardo anche alle prestazioni termiche. Insieme a Gioma srl che si occupa di vendita di porte blindate a Trieste e provincia a marchio Alias, vedremo come questa azienda ha saputo coniugare alti livelli di sicurezza ed isolamento termico.

Alias, da sempre considerata una delle aziende di punta del Made in Italy per quanto riguarda le porte blindate, per le sue porte oltre al design ed alla sicurezza ha pensato ad un aspetto fondamentale: evitare i ponti termici che si possono creare tra una porta blindata in metallo e la parete sulla quale porta blindata è installata.

L’attenzione ai ponti termici punta ovviamente a ridurre la trasmittanza termica. I metalli con cui è realizzata una porta blindata, per ovvi motivi legati alla sicurezza, possono favorire il passaggio di energia, nello specifico calore, dagli ambienti interni con temperatura maggiore e gli ambienti esterni con temperatura minore. Tale fenomeno è appunto la trasmittanza termica. Una porta blindata che favorisce il crearsi di queste problematiche, di solito favorisce la formazione di condensa, e nei casi peggiori anche di muffa.

L’azienda Alias ha ovviato il problema, creando una nuova generazione di porte blindate a taglio termico, la stessa tecnologia ampiamente utilizzata per migliorare l’efficienza energetica nei serramenti. Il tutto senza intaccare il design della porta e senza aggiungere preziosi centimetri all’ingombro totale della suddetta.

Le due soluzioni proposte da Alias si chiamano Isola e Thermal. Isola dispone di un telaio e controtelaio a taglio termico con trasmittanza termica di 1,0 W/m2k, abbattimento acustico 40 dB e classe antieffrazione 3 in linea con la normativa UNI-EN 1627.

Thermal invece della tecnologia a taglio termico, presenta uno strato di aerogel che riempie la cavità presente tra telaio e controtelaio. È caratterizzata da una trasmittanza termica di 0,8 W/m2k ed ancora livello di isolamento acustico 40 db e classe 3 antieffrazione.

Questo è stato reso possibile modificando il giunto della porta. Al fine di evitare il ponte termico che andava a formarsi in corrispondenza del nodo telaio-controtelaio, è stata realizzato una nuova soluzione capace di sfruttare le proprietà isolanti dei materiali plastici. Questa soluzione di crea una discontinuità nella struttura metallica che così riduce la trasmittanza termica e quindi la dispersione del calore del riscaldamento. Il tutto mantenendo sempre altissima la sicurezza antieffrazione della porta.

Il risultato ottenuto si attesta intorno ad una trasmittanza termica di 1,9 W/m2k, che è circa 4 volte più bassa di quella di una porta blindata tradizionale e quindi risulta perfetta per le nuove necessità di isolamento termico delle case degli italiani.

Si sottolinea che la trasmittanza termica in una porta blindata normale è del 30% sull’anta e del 70% sul telaio, mentre con le soluzioni Alias la trasmittanza si attesta sul 50% per l’anta e sul 50% sul telaio.

Porte blindate come quelle appena descritte possono migliorare in un colpo solo design, sicurezza e coibentazione della vostra casa. E non è la sola buona notizia! Quando acquistiamo una porta blindata di nuova generazione dotata di isolamento termico possiamo accedere a ben tre differenti tipi di detrazioni: il bonus ristrutturazioni, l’eco bonus che riguarda gli interventi volti a migliorare l’isolamento termico e l’efficienza energetica delle abitazioni ed infine il bonus sicurezza. Ovviamente i tre bonus non solo cumulabili.

Il bonus sicurezza riguarda gli interventi volti a proteggere maggiormente l’incolumità in casa, ammonta attualmente al 50% dei costi sostenuti fino ad un tetto massimo di 96.000 euro. L’importo della detrazione figura nella dichiarazione dei redditi e viene ripartito in 10 rate annuali di pari importo. Ovviamente per poter accedere all’incentivo è necessario che la porta blindata rispetti determinate caratteristiche, che venga emessa una regolare fattura e che il pagamento sia stato eseguito attraverso una modalità tracciabile. Questo sottolinea ovviamente la necessità di rivolgersi solamente a rivenditori competenti e specializzati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy