News su Riscaldamento, Caminetti, Stufe, Barbecue

Per lavoro e per la famiglia: ID BUZZ

4

Col nuovo ID BUZZ, Volkswagen lancia la sfida alla mobilità commerciale elettrica. Il furgoncino, che ricalca idealmente le orme del leggendario T1, arriva sul mercato in duplice veste. Da una parte monovolume di ultima generazione per la famiglia, dall’altra veicolo commerciale elettrico che promette grande autonomia, elevato volume di carico e l’arcinota affidabilità VW.

La versione Cargo arriverà nelle concessionarie a fine anno, e potrà contare su una batteria al litio da 77 kW/h netti. La capacità nominale massima è pari a 82 kW/h. L’accumulatore, integrato nel pianale che per dimensioni e fattore forma consente un’elevata capacità di carico, alimenta un motore sincrono con potenza di 150 kW.

La conversione parla di 201 cavalli vapore, e una consistente riserva di coppia: l’unità motrice sviluppa la bellezza di 310 Nm disponibili già in partenza. Peculiarità dei motori elettrici, la spinta costante a qualsiasi regime dona al BUZZ buone doti di accelerazione e ripresa.

L’autonomia in ciclo combinato si attesta intorno a 420 km, e per ricaricare le batterie dal 5 all’80% sono sufficienti 30 minuti. Per il rifornimento è possibile utilizzare indistintamente corrente alternata o continua, con potenza fino a 170 kW.

Sotto il profilo energetico, ID BUZZ presenta l’interessante peculiarità della ricarica a doppia direzione. Il furgoncino può essere collegato alla colonnina di casa per cedere energia, con l’obiettivo di stabilizzare la rete domestica.

Bello e funzionale

Le linee esterne donano un aspetto moderno al furgoncino, elegante e simpatico al tempo stesso. L’obiettivo di richiamare l’appeal Bulli è stato centrato, con dei plus non da poco rispetto al predecessore.

ID BUZZ presenta sbalzi estremamente ridotti, sia all’anteriore che al posteriore. Il termine indica la distanza tra il centro della ruota e il limite esterno del veicolo. A beneficiarne sono la dinamica di guida, perché in questo modo si ottiene una efficace centralizzazione delle masse, e soprattutto la capacità di carico.

In versione Cargo, Il nipote elettrico del Bulli ha spazio a sufficienza per trasportare quasi 4 metri cubi di merce, o una massa complessivo di 650 kg. Valore da record di categoria, considerando la lunghezza contenuta in 4,7 metri. Larghezza e altezza si attestano rispettivamente in 1,93 e 1,98 metri.

La vista frontale presenta una silhouette che si avvicina a quella di un quadrato. Anche qui però, gli ingegneri VW hanno compiuto un miracolo: il CX si ferma a 2,85. Un vero record, che regala al BUZZ un’ottima efficienza aerodinamica.

Tradotto in soldoni: minor resistenza all’avanzamento, minori consumi energetici. A beneficiare di tanta efficienza è anche il comfort a bordo, con fruscii aerodinamici contenuti e di conseguenza una marcia silenziosa anche alle alte velocità.

Gli interni rispecchiano il carattere bello e funzionale del furgone. Il quadro digitale si divide in due: sul cruscotto vengono riportate le info essenziali alla guida, mentre sulla consolle centrale fanno bella mostra di sé gli apparati di infotainment e navigazione.

Il sistema si aggiorna in modalità over-the-air, quindi da remoto, per disporre delle ultime versioni software. Di ultimissima generazione sia il comparto multimediale sia i dispositivi di assistenza alla guida ADAS.

ID BUZZ cargo ha tutte le carte in regola per diventare punto di riferimento nel suo segmento: praticità, efficienza e contenuto tecnologico sono ai vertici della categoria, vedremo quanto tempo impiegherà la concorrenza a eguagliare le doti di questo sorprendente Bulli 2.0.